Top

Melanto Mori Bio

Mattoni Gialli / Melanto Mori Bio

La prima cosa da sapere è che odio scrivere presentazioni, ma dalla regia mi dicono che è necessaria.
Il lettore se l’aspetta.

 

Ma cos’è che non si aspetterebbe, invece?

» Magari di sapere che una Regina Kikimore non la sconfiggerà mai in uno scontro diretto.
» O che quando parlano di ‘movimenti sussultori e ondulatori’ un cuore piange sangue.
» Oppure che non esiste la differenza tra un libro impegnato e un Harmony, ma solo tra un libro scritto bene e uno scritto male.
» Che ‘Il Signore delle Mosche’ non è roba per ragazzi.
» Che la famiglia è famiglia anche con due padri, due madri, il gatto, il topo e l’elefante – un po’ meno con i leocorni, perché non si fanno mai vedere.
» Che essere Fan e Writer è una malattia brutta di cui non esiste cura. Per fortuna.
» Che l’uomo è fabbro della fortuna, cieca come una talpa, e che quindi alla fine si smartella le dita perché la sfiga ci vede benissimo. E ti preferisce, se hai un geranio rosa sul balcone.

 

Ecco, Lettore, questo non te lo aspetteresti: una fila di nonsense, frasi a casaccio, cliché e ovvietà. E verità, se le saprai scovare, perché la linearità è per le pecorelle che saltano lo steccato dei bei sogni d’oro.

Preferisco sognare gli orchi.

Ok, nella realtà invece…