Top

I buoni propositi di Gennaio

Mattoni Gialli / Raccolte  / Condominio Buonanno  / I buoni propositi di Gennaio
I buoni propositi di Gennaio

I buoni propositi di Gennaio

Diamo il via alle avventure dei condomini Buonanno! Partiamo supercariche insieme a Gennaio e a tutti i buoni propositi che l’inizio dell’anno porta con sé. Non sentite la forza scorrere dentro di voi? Non vi sentite pronti a tutto? Impegni, nuove sfide, dieta??? No?! Ecco, nemmeno noi!  

 

L’avventura del mese:
Primo Gennaio.

Agente di commercio.

 

Fuori dal supermercato l’aria era frizzantina al punto giusto.

Un po’ di brina, l’umidità della notte e il ghiaccio sottile sui parabrezza delle macchine.

Per Primo non c’era nulla di meglio, tanto che si riempì i polmoni con una lunga boccata e tornò a passo allegro verso casa. 

La doccia l’aveva già fatta in palestra: venti minuti di tapis roulant, venti di cyclette e un po’ di pesi, questo il mix perfetto per cominciare la settimana. E poi di lunedì mattina non c’era mai nessuno. Ah, tutti pigri, secondo lui. Tutti pigri! Infiacchiti dalle vacanze, dalle abbuffate, dai panettoni e dai pandori. Lui, invece, si era già lasciato le feste spalle ed era pronto ad affrontare un nuovo e sfavillante anno pieno di buoni propositi. Bisognava sempre farne, eh! Bisognava sempre essere positivo, attivo e con le braccia spalancate per accogliere i cambiamenti e il futuro. 

 

I buoni propositi di Gennaio

 

Per quel mese aveva già una tabella fittissima di appuntamenti, riunioni, convention. Era pronto a prendere nuovi contatti, stilare contratti, capitalizzare, costruire. 

«Sì!» esclamò, stringendo il pugno e parlando a sé stesso. «E a pranzo zuppetta light di verdure, super depurativa! Estate non ti temo!»

«Primo Gennaio!»

«Presente!»

Fuori dal Condominio Buonanno, Primo incontrò la professoressa Di Maggio, sua compagna di pianerottolo. Le rivolse un sorriso smagliante. 

«Sempre così pieno di energie, sei. Come quando eri mio studente. Che bello essere giovani!»

«Ovvio, prof! Non mi chiamo mica Silvestro Dicembre!» ridacchiò; con un cenno del capo indicò verso il condominio, dove l’altro compagno di pianerottolo se ne stava sempre infagottato a guardare serie tv. Per Primo, invece, bisognava uscire, bisognava affrontare il freddo col petto in fuori e la pancia in dentro, bisognava tenersi in forma. 

Meno tv, più zumba.

«Sempre a punzecchiarlo, stai!» La professoressa rise e lo salutò con la mano. 

 

I buoni propositi di Gennaio

 

Primo, per mantener fede ai buoni propositi, salì a piedi quelle poche rampe di scale che lo portarono al secondo piano. Casa lo accolse già sveglia e pimpante: finestre spalancate, letto rifatto, tazza della colazione sul tavolo, cereali, barrette energetiche e un bel bibitone tutto verde. Ma a ciò che aveva accuratamente preparato prima di uscire rivolse uno sguardo rammaricato: per quella mattina ci sarebbe stato un piccolo cambio di programma. Non poteva certo immaginare che, entrando al supermercato per comprare lo yogurt probiotico con zero per cento di grassi, avrebbe trovato una simile offerta ad aspettarlo. Sarebbe stato da sciocchi farsela scappare.

Era mica sciocco lui?

Nossignore.

Quando c’era un buon affare nell’aria, bisognava coglierlo: altrimenti come avrebbe fatto a essere miglior venditore per due anni di fila?

 

I buoni propositi di Gennaio

 

Se lo ripeté anche mentre poggiava la busta della spesa accanto alle tazze, annuendo con convinzione. Poggiò gli yogurt sul tavolo e poi estrasse la super calza della Kil(l)er che traboccava di barrette, praline, snack alla crema e pistacchi e nocciole e riso, affogati in un marasma di cioccolati tuttigusti, come fosse stata un trofeo di guerra. L’aveva pagata a metà prezzo; nella busta ce n’erano altre due, anche se l’Epifania era passata da una settimana. L’innalzò al cielo e la guardò adorante. 

«Dopotutto per i buoni propositi… domani è un altro giorno!»

 

I buoni propositi di Gennaio

I buoni propositi di Gennaio

Mattoni Gialli
Mattoni Gialli

Il blog di due sorelle, una scrive, l'altra disegna. Entrambe amano i libri e un morbido cane giallo :)

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.